L'Auto Elettrica

Se pensiamo che il prototipo dell'auto elettrica risale al 1899, dovremmo considerare effettivamente che lo sviluppo di questa promessa si è concretizzato in tutta lentezza e con scarsa volontà. Oggi l'uomo si è reso conto che, in conseguenza dell'alta percentuale di inquinamento prodotto dai propulsori a benzina ed a gasolio, è necessario avvicinarsi a grandi passi allo sviluppo di una delle più grandi innovazioni nel mondo dei trasporti, investendo nella ricerca e progettando veicoli con propulsione elettrica ed alla portata di tutti.

Ma quali sono le caratteristiche del veicolo elettrico?

Innanzitutto il motore non necessita di una combustione interna, ma si avvale di energia chimica immagazzinata in un deposito costituito da batterie ricaricabili, le quali sono il componente più costoso del veicolo, ma l'aumento della produzione delle auto elettriche porterà ad un notevole abbassamento dei costi.

Le batterie devono essere ricaricate periodicamente e tale alimentazione potrebbe avvenire anche tramite colonnina (con sistema conduttivo o non conduttivo) presente in parcheggi adibiti appositamente a tale operazione, oppure anche nel proprio garage o nel proprio giardino di casa. Si potrebbe anche avanzare l'ipotesi e l'abitudine di sostituire la batteria rapidamente con altre già cariche, e questo potrebbe avvenire grazie all'intervento del personale che opera nelle stazioni di servizio.

Naturalmente l'autonomia di una batteria dipende non solo dalla tipologia (pila zinco/aria – accumulatore piombo acido –tipo a nimh – litio ione etc.), ma anche dal peso e dalla tipologia del mezzo. Solitamente sul mercato sono reperibili le normali batterie al piombo acido che hanno attualmente un costo contenuto, ma che danno un autonomia energetica che non supera gli 80 km. Ci sono naturalmente depositi energetici, però, che consentono un autonomia maggiore e possono coprire un maggiore chilometraggio.

Le auto elettriche non consumano ossigeno per la combustione come invece gli altri propulsori: quindi non solo riducono il deterioramento atmosferico, ma diminuiscono notevolmente la dipendenza dal petrolio, non risentendo così dell'andamento del prezzo del combustibile spesso manipolato dal mercato o da accise imposte.

Rispetto alla tradizionale auto a motore, sono impareggiabilmente silenziose, hanno un consumo energetico basso (da 0,11 a 0.23 kwh/km contro lo 0.51 kwh/km dei motori tradizionali) ed hanno una prestazione in accelerazione sorprendente. (da 0 a 100km/h in 3,7 secondi). Sono adattissime per trasferimenti in città o per il corto pendolarismo; godono di basse spese di manutenzione, e questo influisce in maniera notevolmente positiva sul costo della detenzione dell'auto.

Hanno di fatto una maggiore efficienza energetica rispetto ai tradizionali propulsori presenti sul mercato. A maggior salvaguardia della sicurezza del conducente, in caso di sinistro, la vettura elettrica non si incendia (eccetto le batterie li-ion), e in caso di problemi al motore questo è facilmente sostituibile ad un costo ridotto rispetto al motore tradizionale.

Quindi, tirando le somme, ci sono bassi consumi, ottime prestazioni, ed un bassissimo impatto atmosferico. La speranza è che le case automobilistiche attuali investano maggiormente sulla produzione di tali auto per poter diminuire notevolmente il loro prezzo ancora elevato e che progettino batterie adatte ad un lungo chilometraggio.


Scegli la Tua Auto Elettrica e Richiedi un Preventivo!


Risparmi, deduci le spese e hai una mobilità garantita.

Scopri la soluzione del Noleggio a Lungo Termine per le auto elettriche.