Veicoli aziendali: si auspica super-ammortamento al 140% anche per il 2017

Veicoli aziendali: si auspica super-ammortamento al 140% anche per il 2017

ANIASA, l’Associazione Nazionale Industria dell’Autonoleggio e Servizi Automobilistici, chiede al Governo in carica di confermare quanto prima il super-ammortamento del 140% per tutti i veicoli motorizzati – introdotto con la Legge di Stabilità 2016 – anche per l’anno 2017, “al fine di non discriminare questa sola categoria di beni strumentali, scongiurare ricadute negative sull’andamento del mercato e, non ultimo, produrre maggiori introiti per l’Erario”.
Per gli stessi motivi, ma anche e soprattutto per aumentare la velocità di penetrazione e diffusione della green-mobility nelle città italiane (riducendo così l’inquinamento da gas di scarico), ANIASA chiede anche di innalzare la percentuale dell’ammortamento per la categoria dei “veicoli verdi”al 250% (auto ibride, a GPL, a metano, elettriche e in car-sharing).

Che cosa è il super-ammortamento?

Il super-ammortamento al 140% è in sostanza un’ottima agevolazione fiscale che è possibile applicare, tra le altre cose, anche al parco auto di cui un’azienda dispone, indifferentemente dalle forme giuridiche attraverso cui esso è gestito. In sostanza, questa norma da la possibilità di dedurre in ammortamento il 140% del costo di un bene strumentale, il che, per imprese e professionisti, si concretizza nella possibilità di abbassare la base dell’imponibile su cui calcolare le tasse.

“Il super ammortamento al 140 per cento produce effetti fiscali, economici e finanziari diversi sull’acquisto delle auto a seconda che si tratti di auto a deducibilità integrale, auto concesse in benefit ai dipendenti, auto non assegnate o auto acquistate in leasing.”

Per approfondire nel dettaglio i diversi aspetti potete consultare la nostra pagina “deducibilità e detrazioni nel noleggio a lungo termine”.

Perché il super-ammortamento è una misura importante

ANIASA ha rivolto questa richiesta al Governo – rivolgendosi con una lettera ai Ministri Carlo Calenda (Sviluppo economico), Graziano Delrio (Trasporti) e Gianluca Galletti (Ambiente) – in quanto l’applicazione del super-ammortamento del 140% nel 2016 (primi 9 mesi) si è rivelata un ottimo traino per il rinnovamento delle flotte aziendali italiane e in generale per un ringiovanimento del parco mezzi circolante sulla nostra penisola, il che si traduce poi in un minor impatto ambientale e un incremento della sicurezza, visto che i nuovi modelli auto che escono oggi dalle case automobilistiche sono tutti dotati di motorizzazioni molto meno inquinanti (basti pensare all’incremento delle ibride) e con sistemi di sicurezza e assistenza alla guida molto avanzati.

Infine, per ciò che riguarda le agenzie di autonoleggio, i benefici economici ricevuti attraverso il super-ammortamento del 140% si sono tradotti anche in benefici verso il consumatore, sia attraverso un miglioramento dei servizi che un abbassamento dei canoni di affitto.

“Grazie a questa misura, considerando esclusivamente le 41.000 immatricolazioni di auto a noleggio effettuate in più nei primi nove mesi del 2016 rispetto al 2015, l’Erario ha beneficiato di un saldo positivo pari a circa 81 milioni di € a fronte di minori entrate (dovute al super-ammortamento) per circa 16 milioni di €. Se si proietta l’orizzonte temporale su quattro anni, periodo medio di vita di un contratto di noleggio a lungo termine, il beneficio per l’erario sarebbe stimabile in circa 200 milioni di €.”

Come si evince facilmente da queste righe di ANIASA, bloccare oggi il super-ammortamento significherebbe interrompere bruscamente questa crescita virtuosa dell’intera filiera dell’automotive, causando minor introiti sia per lo Stato che per gli enti locali, diminuendo gli occupati di questo settore e menomando la competitività italiana del comparto noleggio auto nei confronti dello stesso di altre nazioni europee concorrenti.

Concludendo, il super-ammortamento al 140% (e al 250% per i veicoli green) avrebbe dunque effetti estremamente positivi a tutti i livelli: sul mercato dell’auto in generale, su quello del noleggio, sui consumatori finali, sulle entrate dello Stato, e – ultima ma non ultima – sulla salute e sicurezza di tutti i cittadini.

(Visited 347 times, 1 visits today)

Category: NLT: Notizie e Informazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *