Nuova Jeep Cherokee 2019

Nuova Jeep Cherokee 2019: più bella e più tecnologica, ma il prezzo non cambia

Se c’è un brand che sta andando veramente bene tra quelli che compongono l’ormai grande famiglia del Gruppo FCA è quello delle “sette feritoie”, ovverosia Madame Jeep, la casa automobilistica che produce alcuni tra i SUV più belli di sempre.

La politica commerciale intelligente e aggressiva del marchio, infatti, da quando è diventato un po’ tricolore ha messo sul mercato modelli come la Jeep Renegade e la Jeep Compass, che hanno conquistato il pubblico più giovane e sono entrate senza troppa fatica nella top ten delle auto più vendute, e noleggiate, degli ultimi anni.

In questo articolo, tuttavia, vogliamo occuparci di un grande classico, perché a settembre è arrivata la nuova Jeep Cherokee 2019, il restyling del mitico, seppur giovane, SUV compatto di casa, per progettare il quale i creativi di FCA si sono ispirati addirittura a un’icona come il CJ-5 Renegade il fuoristrada “dal naso lungo” che ha conquistato tutti i wild boy degli anni ‘70.

A noi questa nuova Cherokee 2019 è piaciuta così tanto che l’abbiamo subito arruolata nella nostra flotta e, per essere certi di aver fatto una buona scelta per voi, abbiamo organizzato una bella giornata di prove su strada, per capire cosa è cambiato rispetto al passato, quali sono state le migliorie o, perché no, anche i peggioramenti.

Scheda tecnica Nuova Jeep Cherokee 2019 Scheda tecnica Nuova Jeep Cherokee 2019

Nuova Jeep Cherokee 2019: design

Frontale più aggraziato ed elegante, che strizza l’occhio al pubblico più giovane rimodulando le linee di disposizione dei gruppi ottici, ora disposti su due fasce e non più su tre. Fari diurni e fendinebbia vengono ben sagomati dalla nuova struttura in acciaio leggero che li definisce, e li separa, dal paraurti, ora decisamente più signorili.

La firma ottica, quindi, si allunga, sia sull’anteriore che sul posteriore, dove viene contornata anche da luci rosse a LED, e sottolinea, e conferma, il carattere assolutamente distintivo del baby SUV di casa. Cambia anche il portellone, che integra la targa e diventa apribile con più facilità, grazie al comando posto nella parte inferiore del paraurti.

Nuova Jeep Cherokee 2019: gli interni

Poche, invece, le novità per l’abitacolo della nuova jeep Cherokee 2019. Gli interni restano, infatti, più o meno uguali: serioso, e leggermente imponente, il cruscotto, finiture di pregio senza strafare, tanti portaoggetti e sedili molto confortevoli. Ciò che migliora è lo spazio nel portabagagli, che arriva, con sedili reclinati, fino ad un volume di 1.555 litri, ma se la gioca bene anche in formato standard, grazie al divano posteriore scorrevole che permette di passare da 448 litri a 570 litri senza dover abbattere i sedili.

La plancia di comando è rappresentata dall’Uconnect™, il sistema di infotainment targato FCA: navigatore, mappe 3D, display tattile capacitivo, Apple CarPlay e Android Auto. Non manca niente, insomma.

Rigorosamente a richiesta, infine, il tetto panoramico CommandView, enorme. Perfetto per contare le stelle che cadono. Un’ultima chicca? I paddle al volante, per una spolverata di sportività che non guasta per nulla.

A tutta sicurezza con la nuova Cherokee 2019

La nuova Jeep Cherokee fa il pieno di ADAS, per garantire il massimo della sicurezza a bordo. Difficile elencarli tutti, sinceramente.

Partiamo dal telaio realizzato con acciai altoresistenziali al 65%, a prova di tamponamento;  proseguiamo con il pacchetto di telecamere, comprese quelle per il parcheggio, il sistema di antiribaltamento (ERM), avvisi e segnali acustici per ogni sospetto di pericolo, frenata automatica, il sensore per il mantenimento della carreggiata e il limitatore di velocità. Tutto di serie.

Per chi vuole strafare, poi, c’è il pacchetto completo di assistenza per il parcheggio, che ci manca poco e fa tutto da solo, e il Cruise Control adattivo con funzione Stop&Go, che frena da solo.

Nuova Cherokee 2019: motorizzazioni e prezzo

Per ora non c’è il propulsore a benzina, atteso per il 2019 quando entrerà in scena il grintosissimo allestimento Thailhawk che metterà su strada ben 270 CV, per i fanatici del pedale dell’acceleratore. Dobbiamo, quindi, accontentarci dell’affidabilissimo diesel Multijet 2.2, da 194 CV, quello che noi offriamo ai nostri clienti, e da 150 CV, in arrivo a breve.

Nuovo filtro per ridurre le emissioni di NOx, visti i tempi bui che corrono per i diesel, e cambio automatico a 9 rapporti TorqueFlite, per il 194 CV; sarà manuale ed a 6 rapporti quello montato sulla versione meno potente da 150 CV.

Ottime notizie, infine, per il portafoglio. Il prezzo della nuova Jeep Cherokee 2019, infatti, non sale, nonostante il restyling. Si resta intorno ai 43.000 per il modello entry level e ai 52.000 per il top di gamma.

Come va?

Benissimo! Forse lo sterzo manca un po’ di precisione e la rumorosità è ancora un po’ eccessiva, ma perché vogliamo essere proprio severi. Per il resto si viaggia con vero piacere, si sta comodi sui sedili anche in cinque, si hanno tutti i comandi a portata di mano, le sospensioni morbide e se si vuole fare dell’off-road non c’è da preoccuparsi, perché i sistemi di trazione integrale, per i modelli che ne sono dotati, sono stati ulteriormente migliorati. Si arriva dal Jeep Active drive I, il più basico, al Jeep Active Drive Lock, il più estremo, in gradi di far superare ostacoli di una certa difficoltà, in dotazione solo della già citata Trailhawk, l’unica vera tigre di casa.

Certo va anche detto che la nuova Jeep Cherokee 2019 è nata per soddisfare chi ama fare i viaggi in crociera e predilige la comodità e l’idea di potersi rilassare al volante. Gli aspiranti piloti, insomma, potrebbero non essere entusiasti perché la bella SUV del marchio statunitense ormai Made in Italy non ha molta voglia di scattare, se si considera che per arrivare a 100 km/h da ferma ci mette quasi 10 secondi.

(Visited 44 times, 1 visits today)

Category: Novità Mercato Auto

Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *