Nuova BMW X3 2018

Nuova BMW X3 2018, la terza generazione: restyling perfettamente riuscito

Era il 2003 quando la casa automobilistica bavarese più famosa che esiste presentò la BMW X3 e forse allora nessuno sapeva che sarebbe diventata una delle automobili più vendute di sempre. Erano tempi in cui il segmento dei SUV non era così popolato come oggi ed era, quindi, più facile distinguersi; permetteteci di dire, però, che la nuova BMW X3 2018, la terza generazione del SUV medio dell’Elica, arrivata esattamente un anno fa sulle nostre strade, riesce a distinguersi anche oggi che la concorrenza è molto più spietata.

Noi lo sappiamo bene, visto che la X3 è una delle vetture più noleggiate dai nostri clienti; il recente articolo che abbiamo pubblicato sulle novità in casa BMW ci ha fatto, però, venire voglia di ricordare, sia a voi che a noi, quali sono i motivi di tanto successo.

Scheda tecnica nuova BMW X3 2018 Scheda tecnica nuova BMW X3 2018

 

Nuova BMW 2018: esterni da sportiva e design atletico

La nuova BMW X3 si fa più grande e mette qualche centimetro in qua e in là, arrivando a misurare quasi come la prima generazione della sorella maggiore, la X5. Ingentilisce, però, le linee rispetto alle due versioni precedenti, mettendo qualche curva in più e aggiungendo due nervature sul cofano, che conferiscono quell’appeal sportiveggiante che non guasta.

Anche il tetto più spiovente, lo spoiler molto ribassato e i doppi tubi di scarico contribuiscono a confermare la personalità da atleta.

Scende, infatti, il coefficiente aerodinamico, che passa da 0.33 a 0,29 CX, a ricordarci che le linee filanti ed eleganti non sono solo frutto della nostra fantasia. Quasi infinite, infine, le combinazioni possibili per i cerchi in lega, visto che si può scegliere tra un minimo di 18’’ a un massimo di 21’’.

Anche all’interno lo spazio sembra moltiplicarsi e il comfort è massimo, grazie alla progettazione intelligente; il divano posteriore, ad esempio, “si fa in tre”, a seconda delle necessità di trasporto. Ampio spazio anche per i bagagli, visto che il bagagliaio ha una capienza, a sedili completamente abbattuti, di 1.600 litri.

Particolari, materiali e rifiniture, infine, mettono fine ad ogni dubbio: sulla nuova BMW X3 il lusso non è un optional!

Tecnologia all’ennesima potenza

Nessun risparmio neanche sotto la console centrale, su cui si trovano i comandi per la climatizzazione e per il sistema audio, e sotto lo schermo sospeso, da cui si comanda tutto l’infotainment e la connettività. Dietro il volante a tre razze ci sono levette e comandi digitali che danno un po’ l’impressione di essere a bordo di un’astronave. Pensate che basta puntare due dita verso lo schermo per cambiare la traccia audio, mentre per regolare il volume è sufficiente roteare il dito; il tutto senza neanche dover dire “Sim Sala Bim”.

 

Ricca anche la dotazione dei sistemi di assistenza alla guida, anche se, ahimè, bisogna pagare per averli perché di serie troviamo solo i sensori anteriori e posteriori; il Driving Assistant, con l’Active Cruise Control con Stop&Go, in grado di decelerare la vettura nel traffico fino al completo stop, costano e non poco, però fanno faville.

Con il BMW Co-Pilot, ad esempio, si arriva in pratica molto vicino alla perfezione della guida autonoma: la nuova BMW X3 2018, infatti, frena da sola, mantiene la corsia, riparte in autonomia e si accorge quando ci sono ostacoli davanti, dietro e di lato.

Vietato staccare le mani dal volante, sia chiaro, ma se lo fate nessuno se ne accorge.

Nuova BMW X3: le motorizzazioni

Arriviamo, infine, ai gioielli che battono sotto il cofano delle diverse versioni della nuova BMW X3 2018.

Partiamo dal benzina montato sul modello entry level, l’XDrive 20i, che sprigiona 184 CV, “piccolo” ma divertente, passiamo per la via di mezzo, l’XDrive 30i, che di cavalli ne butta fuori 252 e comincia a fare un po’ paura, e terminiamo con il mostruoso XDrive M40i, il 6 cilindri sportivo turbo da 354 CV, strepitoso.

Per quanto riguarda i motori diesel, invece, possiamo scegliere tra sei versioni: il piccolino di casa, sDrive 18d da 150 CV, le versioni “medie”, con l’XDrive declinato in diverse potenze, 190 CV, 231 CV, 265 CV; abbiamo, infine, la versione “mostruosa” anche per la propulsione a gasolio, con l’M40d da 326 Cv.

Per concludere, trazione integrale e cambio Steptronic a otto rapporti per tutti, a parte per il più piccolo dei diesel, che si accontenta della trazione anteriore e di un cambio manuale a sei marce.

(Visited 39 times, 1 visits today)

Category: Novità Mercato Auto

Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *