Noleggio a consumo: quando conviene?

Uno degli aspetti più positivi del Noleggio A Lungo Termine è la flessibilità, visto che le modalità di noleggio sono moltissime: si può scegliere di risparmiare scegliendo un’auto usata, optare per la soluzione “anticipo zero” se non si dispone della liquidità iniziale, oppure scegliere di noleggiare con il sistema Pay Per Use.

È una modalità di noleggio molto interessante, relativamente recente, che rappresenta una vera garanzia per molti automobilisti. Non è adatta a tutti, come vedremo, ma se le nostre necessità di guida si combinano con la sua offerta, dà la possibilità di disporre di un mezzo a nostra scelta, senza gli oneri dell’acquisto definitivo, e con un canone mensile piuttosto basso.

Vediamo insieme, quindi, come funziona il Noleggio a Lungo Termine Pay Per Use e a chi si rivolge.

Noleggio a Lungo Termine: come funziona?

Prima di illustrare i punti di forza del Pay Per Use, però, è utile fare un riepilogo preventivo – nel caso in cui alcuni di voi non li conoscessero appieno – dei vantaggi del Noleggio A Lungo Termine. La soluzione per la mobilità che sta rivoluzionando il mercato.

Si tratta infatti di un metodo più conveniente dell’acquisto definitivo, e più comodo e affidabile del car-sharing. In sostanza, dietro il pagamento di un canone mensile (stabilito in base alla tipologia del veicolo, e al versamento o meno di un anticipo) si può disporre di una vettura (scelta in un parco auto ampio e variegato) o di un mezzo aziendale per un determinato lasso di tempo (che solitamente va dai 24 ai 60 mesi), e per un certo chilometraggio di percorrenza.

Con il noleggio a lungo termine hai subito a disposizione l’auto dei tuoi sogni.

Noleggiare un mezzo implica molti vantaggi. Una volta saldato il canone mensile, si bypassano tutte le spese di gestione. Assicurazione, bollo, revisione, manutenzione (ordinaria e straordinaria), cambio gomme, soccorso stradale: tutte queste incombenze sono contenuto nel pacchetto d’offerta iniziale.

Nel caso in cui tu abbia un’azienda, o una partita iva, puoi inoltre disporre di interessanti agevolazioni fiscali. E questo significa solo una cosa: risparmio sulle spese di gestione.

Acquistando un veicolo, poi, ti assumi tutto il peso della sua svalutazione commerciale: affronti una spesa ingente (spesso con prestiti onerosi), e nel giro di poco tempo ti ritrovi ad essere proprietario di un bene che ha perso buona parte del suo valore non appena ha varcato i cancelli della concessionaria (si calcola infatti che già dal primo utilizzo, un mezzo perde il 20 percento del proprio valore).

Con il Noleggio A Lungo Termine questo non avviene, visto che una volta terminato il contratto sei tu a decidere se rinnovarlo o meno, magari scegliendo una nuova vettura.

Pay Per Use: il noleggio a consumo

Come dicevamo all’inizio, poi, le soluzioni possibili sono molteplici, e si adattano ad ogni tipo di esigenza.

Il Pay Per Use, ad esempio, è un pacchetto di servizio che permette di sviluppare il pagamento del noleggio in base al reale consumo del veicolo. In questo caso il canone mensile è variabile: parte cioè da una cifra fissa (piuttosto bassa) e la restante parte viene integrata in base al calcolo del chilometraggio effettivamente percorso dal cliente.

Una black box per il calcolo della percorrenza.

La percorrenza viene calcolata con estrema precisione da una scatola nera (black box) montata sulla vettura – pratica usuale nel Noleggio A Lungo Termine – che tramite il proprio sistema satellitare localizza il mezzo e ne monitora gli spostamenti, aggiornando continuamente i chilometri effettuati.

Tutti gli altri servizi tipici NLT rimangono inalterati, e non dovrete pensare a coperture assicurative, manutenzioni, pagamenti del bollo auto, ecc ecc.

È una soluzione adatta ad un pubblico molto ampio, composto sia da privati che da aziende e liberi professionisti. Perché si adatta a tipologie molto particolari di mobilità.

Pay Per Use: quando conviene?

Come capire quando è opportuno scegliere questa soluzione di noleggio? La risposta è piuttosto semplice: quando si utilizza l’auto in maniera saltuaria, e per percorrenze brevi. È il pacchetto di offerta perfetto per chi si muove soprattutto in città, ad esempio.

Sei un privato che lavora a pochi chilometri da casa, e non fai mai più di 50 chilometri al giorno? Hai bisogno di una seconda auto familiare, ma per l’utilizzo che ne farai l’acquisto definitivo è troppo pesante? Il Pay Per Use è la soluzione adatta a te.

Pay Per Use: pratico, flessibile, economico.

Ma non solo: questa modalità è ritagliata anche sulle necessità di aziende o professionisti che dispongono di una rete commerciale locale, e non hanno bisogno di noleggiare mezzi per lunghe e continue percorrenze.

Oltretutto è anche un metodo induttivo per monitorare le proprie abitudini di mobilità, e consente di risparmiare considerevolmente se si impara a programmare i propri spostamenti. Insomma: è un metodo pratico, flessibile, e soprattutto economico per guidare un’auto. Magari scegliendo un’elettrica o un’ibrida – risparmiando quindi sui consumi – senza accollarsi le spese per la riparazione o la sostituzione del pacco batteria (i cui costi rimangono ancora molto alti).

Cosa aspetti quindi? Chiedi subito un preventivo gratuito ad Auto No Problem!

Category: Novità Mercato Auto

Tags: