grafico andamento immatricolazioni auto gennaio 2018

Immatricolazioni auto gennaio 2018, l’anno comincia in crescita

Il mercato dell’auto comincia l’anno in grande stile e segna un complessivo +3,36% rispetto allo stesso mese dell’anno scorso, in controtendenza al mese di dicembre, quando si era registrato un -4,6% rispetto a dicembre 2016.

Da sottolineare che gennaio ha sicuramente risentito, in negativo, di due fattori importanti, ovvero la frenata delle km 0 da parte di determinate case automobilistiche e l’atmosfera pre-elettorale, che produce sempre una sorta di “congelamento” dell’economia.

Eppure sono state 179.167 le immatricolazioni a gennaio e possiamo confermare che la tendenza rimane sempre quella che abbiamo messo già in luce nel nostro precedente articolo a riguardo: calano gli acquisti da parte dei privati (-6,3%) e vola il noleggio, con un complessivo +15,5%, distribuito tra il picco del +26,2% per il noleggio a breve termine e il più modesto +9,3% del lungo termine; in grande spolvero anche il segmento delle flotte aziendali e delle autoimmatricolazioni, che porta a casa un +25,7% e rappresenta il 20,2% del mercato delle immatricolazioni auto di gennaio 2018.

Le auto più vendute a gennaio 2018 e i marchi più amati

FCA si aggiudica ben 6 posizioni sulle prime 10 disponibili, confermando la sua supremazia nel nostro paese; solo la Ford Fiesta riesce a inserirsi e a strappare il gradino del podio più basso, mentre Citroën e Renault si confermano come le uniche in grado di contrastare l’impero del Lingotto. Pregevole anche l’inserimento di Toyota, che con la sua bella Yaris spodesta la sempreverde Golf della Volkswagen.

Vediamo nello specifico l’elenco completo delle 10 auto più vendute:

  1. Fiat Panda
  2. Fiat 500X
  3. Ford Fiesta
  4. Fiat 500
  5. Fiat Tipo
  6. Citroën C3
  7. Lancia Ypsilon
  8. Renault Clio
  9. Fiat 500L
  10. Toyota Yaris

 

Diversa, invece, la fotografia del mercato immatricolazioni auto gennaio 2018 se si analizzano i marchi più gettonati, perché, in questo caso, FCA si mantiene pressoché stabile (+0,54%), anche se va segnalato l’exploit storico di Jeep/Dodge, marchio del Gruppo, che segna un + 107,79%, grazie agli ottimi piazzamenti di Compass, in undicesima posizione, e di Renegade, in tredicesima.

Fa il botto anche PSA, il Gruppo formato da Citroën, Peugeot e DS, che porta a casa un +69,04 e conquista il 16,07% delle quote di mercato. Performante, infine, la prestazione di Volkswagen, che porta a casa un dignitosissimo +7,39% e acchiappa il 13,42% del mercato nazionale.

Sempre più su il noleggio

Come abbiamo già accennato il comparto del noleggio segna, ormai da mesi, percentuali a doppia cifra; a gennaio sono 40.873 le immatricolazioni, con un grande contributo da parte del noleggio a breve termine, a testimoniare la crescita inarrestabile di tutto il settore, cominciata ormai 4 anni fa in sordina e diventata il motore trainante del mercato dell’auto; proprio grazie al noleggio, sia lungo che breve, infatti, il 2017 si è chiuso in positivo, nonostante il crollo degli acquisti da parte dei privati.

Classifica per alimentazione

Altre ottime notizie arrivano dai medesimi dati UNRAE che abbiamo analizzato finora relativamente al tipo di alimentazione delle immatricolazioni auto di gennaio 2018.

A fronte dell’impero dei diesel, sulle quasi 180.000 targhe del primo mese dell’anno, ben 98.988 sono a gasolio, si registra un’impennata delle ibride e delle elettriche, dove le prime, con 7.154 unità, segnano un incremento del 51,1%, mentre le seconde, con 260 nuovi esemplari registrati, arrivano a un +38,3%.

Ancora troppo poco se si guardano i numeri e non le percentuali, soprattutto se si confronta il mercato nazionale con quello dei cugini europei, ma comunque un segnale di leggera vitalità del settore, anche se la mancanza di incentivi adeguati da parte del Governo, la quasi totale assenza di una rete di colonnine per la ricarica e i prezzi delle auto elettriche ancora troppo alti, seppur in deciso calo rispetto al passato, non aiutano il decollo della mobilità sostenibile nel nostro paese.

Calano le berline, salgono i crossover

Ultima osservazione sulle immatricolazione auto di gennaio 2018 la dedichiamo al tipo di autovettura, per segmento e carrozzeria, a cui si stanno rivolgendo gli automobilisti italiani.

Sembra stia finendo l’era delle berline e delle monovolume, -8,1% le prime e -45,3% le seconde, se contiamo sia le compatte sia le big, a favore delle crossover e dei fuoristrada, con la 500X in testa e la Jeep Renegade ben piazzata, come si evince dalla classifica, seguite da vere star come la X1 e la storica Nissan Qashqai.

(Visited 99 times, 1 visits today)

Category: NLT: Notizie e Informazioni

Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *